#053 contagio.


le cose poi si mischiano.
prendi del blu e prendi del rosso.
perché esistono, esiste il blu ed esiste il rosso,
e per ciascuno il blu ha un significato e il rosso ne ha un altro,
e qualunque sia il significato penso che tutti abbiano del blu e del rosso.
colori distinti, a volte confinati in luoghi diversi del cuore, dell'anima.
e quello che accade dentro prende vie imprescindibili.
e a volte emerge il blu,
e a volte emerge il rosso,
versioni diverse del sentire, versioni diverse di noi stessi, del futuro, anche, forse.
e per ogni colore c'è una musica, e per ogni musica c'è un colore.
la condivisione della musica è anche condivisione del colore?
non lo so.
aspetto il contagio rosso nel blu.
aspetto la notizia.
se notizia c'è.



118 commenti:

  1. No.
    Esistono persone, persone vuote.
    Niente colori. Niente rosso e niente blu.
    Vuote.
    Niente miscele, niente sfumature, niente prevalenza l'uno sull'altro.
    Vuote.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è quello che hai scritto.
      ma lo sguardo con cui l'hai scritto.
      è quello che mi spaventa, aria.
      che c'è?

      Elimina
    2. C'è che "le persone" in realtà non esistono.
      C'è che siamo solo e semplicemente noi gli autori di quelle sfumature - noi che con il nostro subconscio - anzi no dài, noi che anche consciamente creiamo quel velo colorato, passioni rosse e paure blu. Mix che genera un'infinità di contrasti e gradazioni.

      Meglio la lucidità e scoprire il sotto.
      Insignificante e deludente.

      Elimina
    3. questo significa che tu ed io in questo momento stiamo imbrattando a caso la superficie di una palla di cristallo nera, lucida, e vuota?
      ma guarda. mi ci rifletto. anche tu. ;) ehi sei buffa tutta distorta dalla convessità della sfera.

      Elimina
    4. Il nero, quello lucido, risucchia tutto quello che gli è vicino. Calamita per eccellenza.
      E' buffo il solo riflettersi...

      Elimina
    5. me lo vedo più quello opaco. il corpo nero. che non riflette nulla.
      ;) buffo si. ma dai, aria, qualche colore esiste. anche in te. emozioni come colori. non può essere che tu non abbia mai associato le une agli altri. o vuoi farmi credere che tu non hai emozioni.. ?

      Elimina
    6. E chi parla di 'me'?
      Credo che la vita in generale, per una parte, sia basata solo ed esclusivamente sull'associare, sul paragonare, sullo scambiare l'uno all'altro.
      Pienamente d'accordo che Tutti abbiamo colori, anche primari che siano, ma...io non ci credo.

      Elimina
    7. tu stai barando. rifiuti i colori e poi li infili tutti nel tuo nero lucido in forma di riflessi.
      caleidoscopica aria.

      Elimina
    8. Io baro inconsciamente però.

      Elimina
    9. è una delle cose che ti sono assolutamente permesse.
      vorrei dirti che sia per via dell'età, ma non è così, credo che certi talenti ( o maledizioni?) non si acquisiscano e non si perdano con il tempo.
      il tempo ne smussa i contorni, quello si.
      sei un biscotto a forma di stella ninja di acciaio nero lucido, aria?

      Elimina
    10. Talenti o maledizioni? A cosa ti riferisci?
      Ad ogni modo Red, l'essere un biscotto mi ha tremendamente lusingata. Se poi sono anche un biscotto ninja, tipo che mi mangi e ti lacero la trachea.

      Il tempo smussa e deteriora, questioni di punti di vista.

      Elimina
    11. mi riferivo al fatto che bari inconsciamente, che tu i tuoi colori li nascondi nella notte.
      proprio come un ninja.
      ma che ci sono, per chi li sa cogliere.
      stia attento alle punte, però, che sono affilate.

      Elimina
    12. Macchè! Io non li nascondo i miei colori.
      E poi non ci sono punte, ormai son tutte dolci linee curve.

      Elimina
    13. volubile aria. con te solo scambi istantanei. polaroid a tempo di scatto minimo.
      se no vieni mossa.

      Elimina
    14. Le cose sfocate sono le più emozionanti e vere.

      Elimina
  2. Io li ho già mischiati. E insieme sono una bomba.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, lo so. che sei un guerriero.
      ma sono mischiati? senza possibilità di ritornare a distinguerli? eppure giurerei di averti vista rossa e di averti vista blu.

      Elimina
  3. io passo e ci butto un po' di giallo.
    e poi vediamo che succede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che mori senza toccallo.

      Elimina
    2. ff: è questo il senso, sai. che tu abbia voglia di spostare le cose, metterci il giallo.
      giallo ffango, per l'esattezza.
      quello che ne esce non è dato a sapersi. si va per tentativi, si va per piccoli istanti che mentre arrivano cerchiamo di ruotare per armonizzarli al resto.
      tetris.

      Elimina
  4. I colori possono essere mescolati all'infinito, dando vita a innumerevoli sfumature. Eppure ci sono vie che i colori non percorrono mai...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. immagina di stendere una mano di buio sopra una mano di tramonto.
      farlo quando quest'ultima è ancora fresca.
      è probabile che ne escano tutte o quasi le sfumature del rosso e del blu e del viola.
      qualcuno ha giurato di averci visto anche un raggio verde. in questo caso la via inesplorata è la via inversa, quella che vede il buio prima del tramonto. una via che però si ritrova all'alba. con ruomori e attitudini differenti per tonalità e diffrazione.

      Elimina
  5. scale infinite e temperate, costruite sull'approssimazione. una sorta de volemose bene o volemose male. come i sorrisi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i colori che vedo quando salgo.
      i colori che vedo quando scendo.
      i colori che vedo quando semplicemente tengo gli occhi chiusi ed apro tutti gli altri sensi.

      suonaci una musica in blu bemolle minore, alpex, o facci un post, tu che puoi, tu che sai.

      Elimina
  6. Io oscillo perennemente dall'uno all'altro. E sì, talvolta, esistono attimi di contagio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. due colori, due frequenze, due possibili risonanze.
      le tue oscillazioni percorrono tutti i toni di entrambi.
      accordare le armoniche. ballarci sopra con le dita.
      mi hai ricordato jaco pastorius. e credimi, non è poco.

      Elimina
  7. mescolare colori è mescolare note. Il risultato perfetto è sempre il bianco, la melodia che disperde ogni pensiero, entra nel cuore, espelle ogni dolore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da te invece solo un blues, in rosso bemolle, giorgia.
      e come i colori non si miscelano per dare un bianco le tue mille note possono fondersi in un silenzio candido.
      che lo so che vuoi quello. e che sotto le palpebre e in segreto ne fai un vela nuziale. ;)

      Elimina
    2. ops. velo. ma si era capito, vero?

      Elimina
    3. la veste nuziale è composta anche di note. Lo sai che sogno un matrimonio, il viola che porto è il segno del lutto preliminare che osservo

      Elimina
    4. è necessario un lutto preliminare, Giorgia?
      io credo che ogni lutto voglia il suo defunto..

      Elimina
  8. Ma dove vi ispirate, per scrivere commenti del genere? Quali libri leggete, quali film vedete, quale musica ascoltate, quali persone frequentate? Così le evito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. frequentano me.
      però anche tu.
      com'è?

      Elimina
    2. red, ma ancora ci provi? che è come spiegare la musica ai sordi dalla nascita, con questa...

      Elimina
    3. kappa, ti prego. non. qui.
      io e ss abbiamo un equilibrio. precario.
      che non necessita di turbative.
      ss. per favore, vi siete già detti tutto da arianna.
      qui vorrei che non si arrivasse tanto.
      ho orecchie sensibili.
      è un favore che VI chiedo.

      Elimina
    4. sarò perfetto, don't worry. sei il padrone di casa, qui, la tua regola è legge.

      però ci spiegherai a tutti come fai a tenerla a bada, che da noi insulta tutti in tutti i blog.

      Elimina
    5. Ma che carino, a chiederlo così, signor Red. Come dirle di no? Farò il possibile, anche se la presenza del signor kovalski equivale a sventolarmi un panno rosso davanti agli occhi.

      Elimina
    6. ringrazio entrambi, di cuore.

      Elimina
  9. Risposte
    1. Il più bello di tutti...

      Elimina
    2. già. oggi il viola è esploso. come se il sole stamane si fosse scordato di cambiarsi d'abito, dopo il tramonto di ieri.
      lo hanno visto al pub stanotte con una donna misteriosa, tatuata e con un occhio celato, da pirata.
      certe nottate lasciano il segno, pare, soprattutto se hai passato il miliardo di anni.

      Elimina
  10. Io sono troppo lunatica, non faccio testo, ma quoto V. qua sopra...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ce la inventiamo, eva, una luna viola?
      la accendiamo?
      ma una cosa così non può esistere senza un culto che la celebri?
      vuoi essere tu la grande sacerdotessa del culto della luna viola?

      Elimina
  11. rosso e blu è una reductio ad unum. che si chiama viola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, k. non esattamente, cioè si, ma non subito.
      è come dire che cuore più sesso uguale amore.
      ma i componenti puri, una volta mischiati perdono la loro caratteristica.
      non li voglio mischiare. l'entropia risparmiata servirà più avanti, lo so. ma ora no.
      non è il miscelare, è il compenetrare. è quello i senso del viola più profondo.
      vogliamo perderci tutto questo?

      Elimina
    2. cos'è, un'interrogativa retorica? o davvero chiedi al K se vuol perdersi il compenetrare? :-)

      Elimina
    3. è il tramonto di oggi, questo. e io lo guardo camminando, con il naso all'insù.

      Elimina
    4. e non so il perchè sono finita accanto al k. ecco non era intenzionale. guardando il tramonto mi si è appiccicato un k.

      Elimina
    5. sarà perché i tramonti sono l'arancione. prima del nero.

      Elimina
    6. edp, sono cose che succedono, quando si guarda per aria.
      avrebbe senso camminare guardando il cielo anche solo per scoprire, dopo, chi ci troviamo accanto. una tribù di sognatori.

      k, sto pensando ai colori del'arcobaleno. non mi è chiarissima la presenza dell'arancione: c'è stato qualche problema con i diritti? ..suvvia uno sconticino potevi farglielo, vabbè che hanno le pentole d'oro, quelli, ma è anche vero che non riescono mai a tirarle su.

      Elimina
    7. guarda i tramonti nei giorni che tira vento e il cielo smeriglia di trasparenze, red, e dimmi che non li vedi, gli arancioni, tra i gialli e prima dei rossi che poi violeggiano verso l'indaco e trascolorano nei blu. e tutto affonda nel nero. arancione, e nero. la perfezione :-)

      Elimina
    8. io parlavo dell'arcobaleno, ma chissenefrega.
      hai ragione, k. è che le cose è bello che ci sia qualcuno a mostrartele.
      tu le hai mostrate a tutti, qui.
      quasi quasi lo eleggiamo a colore primario, l'arancio kovalski: pare che mischiandolo al nero ne esca una sfumatura di verità.

      Elimina
    9. disse colui il quale sfoggia il cubo a due tonalità di arancione su sfondo nero :-)

      Elimina
    10. (tu dell'arcobaleno, ma e.d.p. parlava di tramonti...)

      Elimina
    11. Arcobaleni, tramonti ... ma quanto siete carini voi due insieme eh :)

      Elimina
    12. ;))
      eh. dovrei dire che mi hai contagiato, ma:
      le piante ci appaiono verdi perché è del verde la frequenza che non assorbono.
      il k appare arancione per lo stesso motivo?
      è la frequenza che non assorbi quella che rifletti?
      riguardo al mio cubo non sottovalutare la presenza delle fughe, tra un arancio e l'altro..
      le fughe sono importanti.. ;)

      Elimina
    13. le fughe son sempre importanti.
      anche quelle da fermo :-D

      riflettendo la frequenza arancione si mostra l'arancione. e assorbendo tutte le altre, arancione compreso, il nero. una frequenza ceduta e migliaia trattenute. saremo ingordi o cosa, red?

      random insinua. ma io e te saremo più forti anche delle insinuazioni casuali :-)

      Elimina
    14. eh, k. non è che dovremo dividerci le frequenze? io l'ho già sentita sta storia e non è mai finita bene. :)

      qualcuno illustri a random la teoria del corpo nero.

      Elimina
    15. Il nero e l'arancione sono due colori che detesto. Ora ho anche un motivo in più.

      Elimina
    16. balotelli!! (tu e il calcio mondi diversi, eh..k, e dire che se lo piglia il milan..)
      commento tramite un'imitazione, spero che nessuno si offenda:

      rido molto.


      ;)))

      Elimina
    17. in effetti era una citazione.
      eh, milady, cosa tocca fare per aver(v.)i.
      (ma hai riso almeno un po'?)

      Elimina
    18. ah. ecco. appunto.
      si può guarire, sai? ma devi ammettere prima di avere il problema. ci sono i gruppi di ascolto, gli exridomoltisti anonimi.
      il ridomoltismo è una delle cinque forme virali potenzialmente in grado di far estinguere la razza umana. pare che un attacco al momento giusto possa essere fortemente pregiudiziale al concepimento.
      che provateci voi, con una che vi ride in faccia.

      Elimina
    19. una risata V seppellirà

      Elimina
    20. ma dai.
      che è peggio con una che ti piange in faccia.
      o che ti si offre in tutta la sua serietà.

      o no??

      Elimina
    21. beh, vediamo la scena: lui è Django, lei è Broomhilda.
      la prima notte dopo quello che sappiamo.
      lei lo attende languida sul letto e si dispone all'amore.
      lui entra, con un gesto semplicissimo si spoglia di tutto ed appare innanzi a lei
      in tutta la sua virilità animale.
      lei lo guarda negli occhi, il suo sguardo percorre il corpo dell'amato, ne legge le spalle forti, le cicatrici, i pettorali lucidi e tesi come tamburi, il ventre tonico, per poi scendere sotto.
      cambia sguardo, nasconde un occhio dietro ad un iphone e parla:
      "rido molto".

      lui le spara.

      Elimina
    22. leggevo il tuo commento. e lui:'scusa, ma perché ridi come una cretina?'
      ecco.
      così è rido molto.

      Elimina
  12. Il bianco. Mica è detto che sia sempre positivo, il bianco.
    A volte mi sembra di stare dentro una bottiglia piena di latte. Non si vede niente, attraverso quel bianco. Quasi peggio del buio. Non sei preparato.
    allora, forse, meglio una luna viola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io mi rivedo molto in quel che ha scritto wonder!

      Elimina
    2. non credo che scriverò mai un post sul bianco.
      il motivo vero è che questo per me è il posto della penombra, del buio.
      il potere ottundente del bianco fa perdere le prospettive, in certi casi.
      ma è anche vero che anche il bianco ha un suo volto speciale e buono per il sogno.
      ho in mente certa luna d'inverno in montagna il cui bianco diventa argento sulla neve e allora tutto è trasparente, lucido, tagliente come il freddo che l'accompagna.

      Elimina
    3. è freddo, verissimo.
      nel nero si ha l' illusione ottica di vederci qualcosa, se lo guardi alungo diventa grigio. Il bianco è inconfondibile, è quello, non mente alla vista..

      Elimina
  13. Io guardo l'immagine che hai scelto per le tue parole. C'è una grande luce nel blu, e una grande luce nel rosso. Ci sono aloni, echi, riverberi. Poi una miriade di luci più piccole, stelle lontane, ovunque. C'è un movimento di materia, niente resta fermo, niente è definito, cambiano la temperatura e la densità.
    Aria fluida, vischiosa, furiosa, calmissima.
    Luce che penetra l'acqua e arriva agli abissi.
    Rimescolamento.

    RispondiElimina
  14. i tuoi post sono sempre incantevoli...
    e di tutto quel che hai scritto è la disponibilità a volersi lasciare contagiare.
    comunque vada.

    in bocca al lupo per quella risposta!

    RispondiElimina
  15. ho saltato un pezzo :)))
    è la disponibilità a lasciarsi contagiare che apprezzo di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il senso del contagio ha a che fare con il ricongiungimento.
      blu chiama blu, rosso chiama rosso. simile chiama simile.
      (ehi, grazie..)

      Elimina
  16. 1) che sinfonie ascoltano i daltonici?
    2) voglio scottarmi di rosso e tuffarmi nel blu
    3) ho difficoltà ad immaginare i colori del futuro in questo mio presente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. commenti per punti, come a dire signori sappiate che.
      trapela urgenza, necessità di esprimersi senza perdere il filo e sintesi.
      i tuoi (s)punti aprono un mondo di riflessioni, io ti dico la mia, ma sono certo che molti qui potrebbero più e meglio di me..
      1) l'altro sabato ero a teatro e c'era un gruppo di sordi a vedere il balletto. ora che mi ci fai pensare per loro il ballo è musica per gli occhi. e se fossimo tutti daltonici? se i colori per come li percepisci tu fossero completamente diversi da quelli che vedo io? bella domanda, che però forse non necessita di risposta..
      2) voglia di innamorarti, amanda? amanda amanda est..
      3) sono tre i colori primari, in fondo. tutti gli altri sono combinazioni:
      giallo, blu e rosso sono sul tavolo. sei pronta a cucinare?
      io però ti avviso che mangio con le mani ;)

      Elimina
    2. i sordi sono il mio mondo, i sordi con la musica hanno un rapporto molto vario, molto personale, per alcuni di loro la musica è una vibrazione profonda, per altri, specie per i più giovani la musica è una conquista, per quelli che hanno un ricordo uditivo la musica è la ricerca di quel preciso ricordo, a volte è deludente, ma probabilmente sì il balletto è musica per gli occhi, anche perchè le aree visive del loro cervello sono molto più sviluppate delle nostre. Mi è stato dato un nome che mi ha programmato la vita è vero :)
      Amo cucinare, soprattutto per chi amo

      Elimina
    3. ah mi sa che questa qui ci sta bene

      Elimina
    4. i sordi non sono il mio mondo. ma riconosco in loro qualcosa che io non ho, e nel farlo non scopro nulla. io, tanti qui, passiamo il tempo a cercare di trasformare tutta la vita in parole, a volte i sensi stessi, a volte i pensieri e i sogni. tutto in parole.
      ed ecco che arriva un essere umano capace di un passo ulteriore, ovvero capace di trasformare ogni cosa in un gesto silenzioso, lucido, preciso. una grammatica del corpo che tutti abbiamo ma che nessun udente è in grado di vedere o controllare.
      prima che abbassassero le luci, quella sera, in quel teatro succedeva di tutto, ma molti dei miei sguardi erano dedicati a seguire le parole mute delle mani. affascinato.
      mi chiesi cosa sarebbe avvenuto a luci spente. che il buio può rendere muti oltre che ciechi.
      e mi chiesi se esistesse un'eco anche per i gesti, persistenza nell'aria.

      (grazie per la canzone, non conoscevo)

      Elimina
    5. i sordi che si esprimono con linguaggio gestuale sono una comunità in via di estinzione, da una parte è un miracolo, l'impianto cocleare ha dato udito ad un numero sempre crescente di bambini ed adulti con sordità profonda che con le protesi tradizionali non avrebbero avuto una soglia uditiva sufficiente a sviluppare un "udito sociale", dall'altro per chi si è accostato a queste comunità, sa che si tratta comunque della perdita di un patrimonio, ma assistere al miracolo dell'acquisizione del suono da parte di un non udente è una delle emozioni più grandi che la vita mi ha regalato

      Elimina
    6. io ascolto, zitto.
      che è l'unica cosa che posso fare, non conoscendo.
      mi chiedo se un non udente che acquisisce il suono mantiene poi le altre capacità sviluppate.
      in un certo senso siamo tutti non vedenti qui, nei rapporti basati sulle parole.
      e quando accade che ci si incontra certe sensibilità vengono a mancare.
      troppa luce.
      troppi suoni.
      troppi odori.
      forse non siamo in grado di elaborare tutto, forse lo eravamo da neonati.

      Elimina
    7. abbiamo potenzialità enormi che vanno sotto quella definizione che ha preso piede da un po' di "plasticità cerebrale" i sensi dalla periferia stimolano lo sviluppo della nostra corteccia cerebrale più li utilizzi più crei sinapsi cerebrali, connessioni utili ad immagazzinare informazioni e quindi ad elaborarle, queste capacità sono massime fino ai 6 anni di vita, poi iniziano a decadere, ma una certa plasticità la mantengono anche gli stagionati, basta usarli i nostri sensi e non lasciarli fossilizzare

      Elimina
    8. gli stagionati.

      o_O

      cioè, vabé, facciamoci del male. ;)

      Elimina
    9. c'è stagionato e stagionato ci sono certi formaggi stagionati o certi vini invecchiati che sono tripudio per i sensi ;)

      Elimina
    10. beh, non so se è una buona notizia, ma pare che chi mi sta accanto lo faccia non per le mie doti casearie né per la mia capacità di offuscare la mente.
      probabilmente è per i soldi. ;)

      Elimina
    11. triste persona non sa che il denaro non olezza? neppure l'olfatto stimola....peggio per le sue sinapsi

      Elimina
    12. mi iscriverò ad un corso di synapsis training in palestra.
      e organizzerò romantiche gite in porcilaia.

      Elimina
  17. L'uccello di fuoco nel bel Danubio blu. Perfetto, come estintore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nel senso che rosso e blu si annullano? io non riesco a vederla sotto questa prospettiva, mi sforzo, ma mi pare di perdere il senso, vorrei anzi cercare di tenerli separati, senza mischiarli. perché la magia è nel confine tra i due colori, nella modulazione delle frequenze, delle temperature. nella percezione che vira da uno all'altro. questo.

      Elimina
    2. Che l'acqua spenga il fuoco è legge di natura, non l'ho mica inventato io. Che strana atmosfera, in questo blog. Sembra di stare a messa. È questo nero, mamma mia, che roba deprimente. Torno alla luce. Arrivederci, signore talpe e signor talpone!

      Elimina
  18. Il viola è devastante e sacro, il necessario straordinario altrove... fondersi. Il dramma è se uno dei due resta viola. The point of no return.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. blu e rosso, potrebbero mischiarsi anche solo nei riflessi.
      forse ciascuno dovrebbe trovare dentro di sé sia l'uno che l'altro colore.
      forse ciascuno dovrebbe avere un viola che non dipende dal colore altrui.
      l'alternativa è il perenne bisogno. o una vita compressa in una forma di attesa inspiegata.

      Elimina
    2. Il perenne bisogno o una vita compressa in una forma di attesa inspiegata. mi riconosco. E il bisogno non sempre nasce da una mancanza, come una cosa inspiegata non trova sempre una spiegazione. E non è detto che si cerchi davvero, poi. Forse in quel viola nasce un io nuovo e resta viola, incapace d'esser altro e dimentico del colore originario, che peraltro ormai non gli appartiene più. Migrante. Perennemente. O forse qualche scintilla di blu o di rosso rimarrà, solo per resistere alla follia.

      Elimina
    3. bisogna solo decidere se è un viaggio, quello di cui stiamo parlando, o se è un resistere sottocoperta che la tempesta si plachi.
      sempre che non sia dentro, la tempesta, sempre che i venti non soffino da lì.
      se il vento c'è, due soltanto sono le possibilità:
      spiegare le vele o rintanarsi.

      Elimina
    4. hai scelto?
      no, non hai scelto.
      è quello che sei.
      senza dover scegliere.
      consapevolezza.

      Elimina
  19. A me piace quando si mescolano in me ma non si uniformano. Quindi niente viola ché poi siamo di nuovo punto e a capo. Con un solo colore. Mi piacciono mescolati ma ancora, ognuno, con una propria esistenza.
    Ché voglio tutti i colori ad invadermi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un viola che deriva da una miriade di pixel rossi e pixel blu che ingaggiano un feroce corpo a corpo con un clangore da battaglia medievale.
      l'invasione dei rossi, l'opposizione dei blu.
      d'accordissimo!

      Elimina
    2. Essì, solo allora c'è vita.

      Elimina
    3. solo che tu, in proporzione, ci sei arrivata molto prima di me.
      chapeau.

      Elimina
  20. Risposte
    1. un salto mortale.
      un tocco di vita rossa.
      un bacio di storia al sapore di blu e di cannella.

      Elimina
    2. mi servirebbe un bel tocco di vita rossa

      Elimina
    3. uh, ma queste sono cose che solo una donna può regalare.
      un tacco di vita rosso.
      (ovviamente vale per me)

      Elimina
  21. A volte rosso e blu, insieme, fanno qualcosa di buono...il viola, alla fine, non è nemmeno male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, c'è viola
      e (v.)iola.

      ;))

      Elimina
    2. che speravi, di parlar male di me e non essere scoperto?

      inchiniamoci al viola.

      Elimina
    3. "I only wanted to see you underneath the purple rain."

      Elimina
  22. Non ho voglia di leggere tutti 'sti commenti, magari te l'hanno già offerto...
    Mi avanza del giallo, servisse mai!
    tantopercantare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti una mano di giallo è arrivata.
      era giallo ffango.
      ma sempre meglio darne un'altra, sai mai.
      tantoperessercerti.

      Elimina
  23. A me è venuta in mente questa
    http://youtu.be/GhOWGhGOz-4

    RispondiElimina