#045 la prima volta

la prima volta che te ne accorgi.
la prima volta che i tuoi vestiti non sono i tuoi.
la prima volta che ti innamori.
la prima volta che ami.
la prima volta che lasci.
la prima volta che non.
la prima volta che te ne ricordi.
la prima volta che non è abbastanza.
la prima volta nel ricordo.
la prima volta in sogno.
la prima volta che sei leggero.
la prima volta che vedi la bellezza attraverso il dolore.
la prima volta che ti accorgi che non è stata la prima.
la prima volta che leggi ciò che stai leggendo.
la prima volta che leggi ciò che stai scrivendo.
la prima volta che è l'ultima volta.
la prima volta che si scorda, sempre.
la prima volta che ti dici che la fine sarà solo un'altra prima volta.

io la prima volta non me la ricordo. 
forse per questo la cerco, ogni volta.

61 commenti:

  1. Le volte successive16 dicembre 2012 16:03

    Non tutte le prime volte meritano di essere ricordate. Sarà per quello che cerco di superare quella prima volta, con quelle successive :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non resta altro che chiedersi quale sarà, la tua prossima prima volta.

      Elimina
  2. anche io sono di memoria corta.
    in compenso ho ricordi di certe volte, non le prime e nemmeno le ultime, che fanno parte di quello che sono, e che sono diventata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non tutte le prime volte sono quelle da ricordare. ma sono le vere prime volte. le altre.. beh.. prove generali.

      Elimina
  3. a me le prime volte, belle o brutte che siano, rassicurano. sono le ultime che mi spaventano.. tendenzialmente non si pianificano e quando accadono non si sa mica che sono l'ultima volta quindi le si vive sprecandole un po'..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tendenzialmente si dovrebbe accettare il fatto che potenzialmente ogni volta è l'ultima. ma senza futuro e senza progettualità, ogni cosa risulterebbe monca.

      Elimina
    2. vero, ma quante volte ti capita di fare una cosa "per l'ultima volta" senza saperlo e ripensandoci dopo un po' pensare che avrei voluto dire, che sarebbe stato meglio fare, che sarebbe potuto essere diverso? e non è questione di rimpianti, è proprio questione che.. che per certe cose ci vorrebbe un'avvertenza.
      "Guarda che questa volta è l'ultima in cui potrai mangiare il gelato al cioccolato"
      "Attento, da domani non potrai più tenerle la mano"
      "Goditi ogni istante, oggi vedrai il mare per l'ultima volta"

      cose così, sarebbero utili ogni tanto.

      Elimina
    3. basta attivare il "last time warning" al parametro 327 della menu comportamentale del OS7.13. e collegare l'uscita del morsetto DO440 ad uno qualunque dei sistemi di segnalazione corporea: vampate di calore, perdita delle sopracciglia, incontinenza...
      che ci vuole?
      ps. è necessario il reboot.

      Elimina
  4. O tutte le volte come la prima..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la mia prima/vera/volta.
      rinascita.

      Elimina
    2. ma in fondo non è l' emozione che connota una qualsiasi prima volta?
      mi chiedo dunque le volte successive possono rievocare con le loro emozioni le prime e quindi divenire tali?

      e sarebbe bello, tutte le volte come la prima..

      Elimina
    3. Risposta alla seconda: assolutamente no.

      Risposta alla prima: no, è il disorientamento.

      Elimina
  5. si può vivere una vita di sole prime volte, basta fare attenzione ai dettagli, curare gli istanti come fossero gli ultimi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. absolute beginners, giorgia? a questo bisogna puntare? tipo che dopo il primo libro si fa il primo disco e poi il primo figlio e poi il primo milione e poi il primo yacht? ma va bene anche il primo omicidio e il primo ergastolo?
      vale tutto tutto ? ;)

      Elimina
    2. non pensavo a cose straordinarie, meno che mai a cose cattive. Più che altro pensavo a istanti normali, ai piccoli gesti d'amore che li trasformano in momenti unici.

      Elimina
    3. basterebbe rinascere ogni giorno. secondo me tu un po' lo fai. ;)

      Elimina
    4. Senta, questa pare una via di mezzo tra la Sagramola e la Bianchetti. Una suora. Fa cascare le palle ogni volta che la leggo.

      Elimina
  6. buffo, ho in mente qualcosa sul primo amore... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, sarà entusiasta di scoprire che te lo ricordi buffo.

      Elimina
  7. veramente parlavo dell'analisi del primo amore, non ho ancora deciso qual è :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti. il mio primo amore fu una biondina tedesca di nome linda, conosciuta in spiaggia. a mia discolpa del fatto che avesse un terzo dei miei anni c'è che io stesso non avevo più di 5 anni.
      l'ho vista nuda al primo appuntamento. a pensarci ora la madre era anche meglio.
      ma è stata una cosa estiva. non l'ho più vista.
      vabbè. ;)

      Elimina
  8. ecco vedi, sei certo fu quello il primo amore? devo decidere con cosa deve coincidere...

    RispondiElimina
  9. beh, certamente lo fu per lei. ;)
    ah. sarebbe così semplice se tu fossi tedesca e avessi 4 anni meno di me..
    avremmo sistemato due prime volte con un colpo solo. ;)

    RispondiElimina
  10. non volevo farti emozionare, ma in realtà sono tedesca, mi chiamo Linda, ho quattro anni meno di te e mia madre, non era niente male! ;)

    RispondiElimina
  11. linda. devo farti una confessione. temo di non essere riuscito a restarti fedele. e ho perso il lecca lecca che mi regalasti. potrai mai perdonarmi?

    RispondiElimina
  12. per il tradimento si, del resto lo diceva pure Modugno "la lontananza sai è come il vento..." ma per il lecca lecca non so, ci devo pensare, non me l'aspettavo è stato un colpo duro, poi proprio sotto natale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non riesco proprio a mentire, con te... ok, non l'ho perso. l'ho leccaleccato tutto. è che mi mancavi.

      Elimina
    2. beh, se l'hai fatto perchè ti mancavo, allora sei perdonato ^-^

      Elimina
    3. ho pianto tanto, quando me ne sono andato. Linda. ti cercavo nelle macchine di fianco alla nostra. ma tu non c'eri, non c'eri mai.

      Elimina
    4. invece io c'ero, ma non volevo vederti piangere, mi si sarebbe spezzato il cuore. inoltre mi sarebbe colato il rimmel, al tempo il waterproof non esisteva

      Elimina
    5. ok, allora mentre andrò verso casa stasera, se puoi, fai un cenno. così potrò riconoscerti. che tanto non piango più. è da un po' che ho smesso, giuro.

      Elimina
    6. ti ho fatto un cenno, ma non mi hai vista, oppure non mi hai riconosciuta, o forse mi hai riconosciuta ma sono cambiata troppo e hai dissimulato...

      Elimina
    7. sono ancora tutto sudato... e mica lo sapevo che eri diventata sto stacco di femmina, Linda. eri piatta, ai tempi. lo shock mi ha paralizzato.

      Elimina
    8. ehm, mi sa che hai notato la mia amica...è vero che sono cambiata, ma in negativo ;)

      Elimina
    9. mhm, trovo difficile che tu sia meno femmina di quando avevi 2 anni.
      sai. statistiche.

      (questo scambio sta cominciando ad assomigliare a quelli che si vedono da altre parti. ti prego, non rinunciamo al nostro lirismo malato. )

      Elimina
    10. si vero, mi si sono cariati 3 denti. dovrò uccidere il dentista, dopo essermeli fatti curare.

      Elimina
    11. bene, allora: se è il tuo primo dentista è una prima volta anche questa.

      Elimina
  13. infatti io sono partito con la seconda ...

    bellissima !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci vorrebbe un tizio che si smazza tutte le prime volte di tutti.
      un pre-incursore.

      Elimina
    2. certificato e fortificato. forse meglio un toro. ma più duttile del torio.

      Elimina
  14. cercare ogno volta la prima volta, fa si che la ricerca sia qualcosa di bello vero da vivere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. intendi dire che ogni volta deve avere qualcosa di nuovo in sè? e non potrebbe essere semplicemente una consapevolezza aumentata a rendere le cose più vere?

      Elimina
    2. Caso mai la consapevolezza aumentata le rende più finte. Vedo che abbiamo due cervelli che pervengono a conclusioni diametralmente opposte.

      Elimina
    3. già.. ehi, non è che ti piaccio? ;)

      Elimina
    4. Spiacente, mi piacciono quelli che mi somigliano. Sa, narcisista, sogno di trovare il mio alter ego al maschile. Naturalmente non esiste, quindi non lo cerco nemmeno. Però ha buone speranze di starmi simpatico, se continua a darmi risposte opposte alle mie.

      Elimina
    5. qualora un Anonimo, chiaramente di sesso maschile, dovesse presentarsi da queste parti mostrando attitudini al commentare caratterizzate da toni e intenzioni affini alle sue, non mancheremo di mandarle una segnalazione.
      ma prima gli facciamo qualche domandina, che non ti mettiamo in mano a uno qualunque solo perché si piazza qua col ph sotto i piedi. eh.

      Elimina
    6. Oh, è facile trovarne, nei blog, ne ho trovati molti. Ma erano solo millantatori e non mi somigliavano manco un po'. Poche cose sono più irritanti del perder tempo con un millantatore. Figuriamoci molti.

      Elimina
  15. Risposte
    1. si, ade. hai ragione. potevo evitare ogni altra parola.
      il senso è tutto in quelle quattro che.

      Elimina
  16. Questa è la mia volta in questo blog.
    Sicuro me la scorderò e tornerò a cercarla più volte: la mia prima volta qui :)

    RispondiElimina
  17. Uhm...la mia PRIMA* volta in questo blog.
    E'la prima volta ed è venuta pure male... che amarezza :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. invece no. è venuta bene. pensa che io passo da te e non trovo appigli. ho ali grandi e per atterrare mi serve spazio. la val gina è tortuosa per quanto pulsantedi vita i mille e mille colori che ci metti la rendono scoscesa.
      ma non disperare. troverò un pendio adatto a me.
      oppure mi lancerò col paracadute..

      Elimina
    2. Hai distrutto il mio blog in poche righe, beh? Hahah!
      Gli hai dato dell'"inappigliabile", del tortuoso e dello scosceso, dddio come soffro. 'n poi capi' :'(
      Io ripasserò da qui lo stesso, anche se non ricambierai mai le visite.
      Spero non ti dispiaccia :-)

      Elimina
    3. dai che non soffri affatto. perchè lo hai capito che il tuo blog invece mi piace. solo che non so come avvicinarmi. non ricambio? scherzi? sono anche (giorni fa) andato a leggermi i primissimi post. dammi tempo. devo solo trovare il post(o) giusto per l'atterraggio. e porto le birre, ok?
      ma poi scusa, un pivello come me che scrive da nemmeno sei mesi, come potrebbe giudicare un blog che ha anni di storia?

      Elimina
    4. Salve, mi chiamo Michelangelo Buonarroti. Questa è la mia prima volta in questo blog. Non si vede perché è nero.

      Elimina
  18. Per un po' di tempo ho fatto un giochino: ad ogni prima volta esprimeva un desiderio. Non ricordo quando è stata l'altima volta che l' ho fatto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse quella volta il desiderio fu di smetterla.
      forse fu esaudito.

      Elimina
    2. mmmmmm mmmmi sa di no, non è da me un desiderio in levare.
      È che mi distraggo, mi dimentico...

      Elimina
    3. desiderio in levare. mi fa pensare a ritmi e suoni jamaicani. al reggae.
      roba poco natalizia ma molto più presente nel mio sentire, e nel mio ipod.

      Elimina
  19. Oggi ho ricordato tutte le mie prime volte........grazie....ne avevo bisogno.......per me sono un punto essenziale ma forse sono stata fortunata .......ho ancora la mia prima volta accanto.....nel bene e nel male.....

    RispondiElimina